giovedì 28 novembre 2019

Due vittorie di fila per l'under 14






UNDER 14 ELITE - CERNUSCO BATTE MALASPINA

Malaspina - Libertas Cernusco 57-58 (9-20, 22-36; 40-51)

Malaspina
AMORUSO, ASPESI 9, CASSINELLI 3,CRUDELE, DU
ENAS 4, NADALINI 3, PORCARI 14, SCOLA 14, SECHI,TENORE 8, VIGANO’ 2

Libertas Cernusco
ASSI 5, BERTOLOTTI, CICERI 5, DI NUZZO 4, GAZZOLA, LEO 13, LEONARDI 2, MERLO, MONTANARI 11, OLIVI, PIROTTA 4, ZOPPI 14

La tensostruttura di Malaspina è uno dei campi più difficili da affrontare in trasferta, ma i Bufali son settati da subito su un’ottima intensità difensiva sulle linee di passaggio. Lavoro che nel primo quarto frutta tre cose: andare in transizione giocando in 3vs2 o 2vs1, viaggi in lunetta (4/4 di Leo a metà periodo, nonché autore di una doppia-doppia da 13 punti e 16 rimbalzi) e concedere poche soluzioni. I soli 9 punti subiti (20-9 parziale primo quarto) sono un bel segnale.

Verso l’inizio del secondo quarto, Malaspina mette una zone press 2-2-1 per non far occupare le ali, che Cernusco riesce a spezzare senza
troppi problemi facendo scendere un giocatore a ricevere l’apertura verso il centro. Cala un po’ l’attenzione nella propria area per Cernusco, che chiude comunque la prima metà sul +14 (36-22).


I Bufali rientrano dall’intervallo lungo concedendo rimbalzi offensivi e qualche secondo possesso di troppo. Meno convinzione nel cercare passaggi interni ed extra-pass, abbassa la qualità dell’attacco. Malaspina si riporta a -6, ma negli ultimi 3 minuti l’attacco di Cernusco riprende quota anche grazie alla pressione che Zoppi sa mettere quando attacca a campo aperto (2 possessi con fallo e canestro segnato consecutivi, 14 punti e 3 palle recuperate per lui) e alla bomba di Montanari allo scadere (11 punti realizzati).
Malaspina trova più tiri aperti, per una difesa meno attenta anche se aggressiva. Dubbi fischi arbitrali da entrambi i lati del campo, oltre a mandare Zoppi fuori per falli, fanno perdere fiducia e ritmo all’attacco dei Bufali (7 punti segnati). Partita decisa nell’ultimo minuto. Nonostante lo 0/2 di Pirotta, Cernusco contiene bene l’ultimo possesso e strappa una vittoria che pesa molto più del punteggio finale di 57-58.


UNDER 14 ELITE - PROVA DI SQUADRA PERFETTA, SUPER VITTORIA CONTRO ABA
Libertas Cernusco – ABA Legnano 81-48 (17-13, 39-25; 59-40)

Libertas Cernusco
ASSI 2 BERTOLOTTI 6, CASATI 1, DI NUZZO 4, GAZZOLA 2, LEO 16, LEONARDI 12, MAGRI 4, MERLO 3, MONTANARI 11, PIROTTA 8, ZOPPI 12

ABA Legnano
CARNEVALI 4, DE TOFFOL 7, GALLAZZI 9, MALMSHEIMER 2, NART 12, SAPORITI 2, SONZOGNI 3, TOTARO 7, ZORZAN 2

Succede spesso che le migliori partite inizino da un’alta aggressività in attacco e diverse conclusioni al ferro sbagliate. Ed è proprio così che i Bufali hanno cominciato contro ABA, 2 punti in 4 minuti, ma 4 minuti di palloni recuperati e tiri ravvicinati. Il primo solco viene fatto da Zoppi e Leo (autori di 10 dei 17 punti del primo quarto), su almeno un paio di possessi in cui il primo serve l’assist per il secondo.
Nel secondo quarto tutto molto meglio a metà campo, ABA inizia ad accumulare falli, più giri in lunetta per i Bufali anche grazie al 1/4 di campo liberato per l’uno contro uno con un buon lavoro di spaziature. Perché è stato un grande secondo quarto? Coach Gambarini ha potuto far rifiatare Zoppi per oltre 5 minuti, senza subire parziali ma anzi andando sul +8 con altri 5’ da giocare. Con l’ingresso di Zoppi, sale la difesa sul portatore e il numero di canestri segnati in transizione su palloni rubati. (39-25 per Cernusco all’intervallo lungo)
L’ottima difesa interna di Di Nuzzo e la circolazione di palla migliorata, portano i Bufali sul +20 con altri 4’ da giocare prima dell’ultimo quarto. Una prova corale continuata anche nel 4° periodo. Oltre a vedere tutti a referto, il gruppo ha dimostrato di non andare sotto con i più forti fuori (anche Leo fatto riposare per quasi metà del 3° quarto). Vincere 81 a 48 è ancora più bello così.