mercoledì 16 ottobre 2019

U14 Elite di nuovo in trasferta, sconfitti da Leonessa


Leonessa Brescia – Libertas Cernusco 81-64 (22-11; 45-21; 61-42)



Leonessa: Ghidini 30, Reghenzi 10 , Fantino 2, Franchi 7, Carrioli 4, Maifrei 1, Bordiga, Consonni 10, Festa 6, Perma 3, Gatti 4, Sta Ana 5



Cernusco: Magri 5, Assi 9, Montanari 8, Di Nuzzo, Bertolotti 4, Sessi 2, Pirotta 6, Leonardi 16, Merlo 5, Ciceri 4, Zoppi 6, Gazzola.



L’avvio contro Brescia, in questa seconda uscita stagionale, ha un’altra impronta rispetto al debutto con Robur. I Bufali entrano aggressivi da subito, gli esterni di Leonessa faticano a stare davanti difensivamente a Zoppi, che in transizione trova 4-5 ottime soluzioni al ferro che - tuttavia - non riesce a concretizzare. Tanti errori in appoggio per i due principali creatori, Zoppi e Montanari (insieme 3 su 18 da 2 a fine gara), senza cui però Cernusco non avrebbe chiuso il primo quarto 22-11. Sotto di 11, ma sempre in partita e con una reale pericolosità offensiva.



Il 18 di Leonessa (Ghidini, 30 realizzati a fine partita) segna 17 punti solo nella prima metà, i Bufali non hanno lunghezza e fisicità per tenerlo. Quello che si poteva fare era concedere meno secondi tiri e lavorare meglio in aiuto difensivo. Brescia ingombra bene l’area in difesa e avvicinarsi al ferro diventa più complicato, arrivano brutti tiri da 3 e qualche palla persa. Cernusco viene abbondantemente raddoppiata riuscendo a segnare solo 10 punti nella seconda frazione (23-10)



Tre giocatori già con 3 falli commessi costringono coach Gambarini a fare più cambi volanti. Piccolo accorgimento difensivo rientrando dall’intervallo lungo: stringere verso il canestro mantenendo un piede dentro il pitturato per chi gioca sotto, anticipare forte per chi è sul perimetro. La seconda metà si apre con un ispiratissimo Leonardi che segna 10 dei suoi 16 nel terzo periodo attaccando quasi sempre a difesa mossa. Lui e Assi trovano buoni canestri in ritmo e qualche palla recuperata, riportando Cernusco a -14 con 3 minuti da giocare prima della fine del quarto. Qualche distrazione in transizione difensiva: non coprire subito l’area, uscire tardi in recupero sui tiri piazzati, ricacciano i Bufali a quasi 20 punti di distanza, ma il terzo periodo è vinto 22 a 17.



Il problema falli nell’ultimo quarto si fa sentire, 10 liberi totali tentati da Leonessa che va in bonus abbastanza rapidamente spezzano quel poco di ritmo che Montanari e Leonardi cercano di stabilire su penetra e scarica. Soluzioni che finiscono per la maggior parte dei possessi con un tiro immediato e nessun ribaltamento. Il punteggio finale è 81-64, sconfitta che ha mostrato comunque del potenziale in una dimensione offensiva: il tiro da fuori. Usarla meglio potrebbe essere un punto da cui ricominciare.