mercoledì 10 aprile 2019

Campionato U13TOP, 13a giornata: Cernusco 50 – Pall. Varese 62 (23-18, 28-29, 39-50)


Buona prova dei Bufali U13, impegnati domenica mattina nella proibitiva sfida contro Pallacanestro Varese. Il morale è alto dopo le buone prove contro CUS Brescia e, soprattutto, Malaspina ma lo spauracchio della gara di andata aleggia sullo spogliatoio della Libertas: in febbraio infatti, i biancorossi varesini si imposero con un passivo netto e schiacciante. Le due squadre si presentano al testa a testa di ritorno a pari punti, segnale poco indicativo a questa età ma che comunque fa pensare a un match più combattuto.

La sfida si accende dopo poche battute, con le due squadre che da subito si sfidano a viso aperto; il primo quarto dei padroni di casa è a marca Volontè dal punto di vista offensivo: la verve dello spilungone milanese, con le sue folate a canestro e la freddezza ai tiri liberi, è una pillola amara per gli avversari; la risposta arriva con Migliori: strepitosa la sua presenza fisica a rimbalzo e netto il suo miglioramento rispetto alla gara di andata, per la sua capacità di esprimersi anche fronte a canestro. I Bufali tengono botta difensivamente con Zoppi e Botta, con Gazzola e Sessi molto bravi a muovere il pallone con continuità e Casati freddo nella finalizzazione dalla media distanza. L’intensità difensiva e il contropiede premiano la squadra di casa che chiude il primo quarto sul +5.

Nel secondo quarto la partita cambia registro. Varese trova maggiore aggressività difensiva con Broggini a raddoppiare a tutto campo e a guidare le incursioni offensive dei suoi, che si trovano a più riprese in lunetta; decisivo per la squadra ospite l’apporto di Pinzi, mancino completo ed elegante, autore di 17 punti al 40’. I biancorossi della Martesana provano a forzare il fortino varesino in penetrazione ma l’attacco frutta poco: appena 5 i punti messi a segno nel quarto, complici un acciaccato Colnaghi e uno spuntato Pirotta. Buono l’apporto di Montanari e Bertolotti, presenti a livello difensivo e ordinati nel muovere la palla contro la difesa di Varese, molto difficile da attaccare in quanto ben arroccata dentro l’area. +1 Varese all’intervallo.

La conduzione di gara è complessa per i padroni di casa che, oltre alla maggiore fisicità degli avversari, devono far fronte a una maggiore prontezza, sia tattica che mentale.

Al rientro in campo, Varese mette in campo un approccio mentale completamente diverso. Le rotazioni libere permettono a Besio e Maino di ricostituire la coppia Broggini-Pinzi, con Migliori a subentrare dalla panchina per problemi di falli e l’apporto fondamentale, in centimetri e fisico, di Natola. L’intensità difensiva di Zoppi e compagni ci costa qualche fallo di troppo, non riuscendo a farci capitalizzare potenziali azioni di contropiede, arma che fino a quel momento era stata importante per scardinare la difesa Varesina. Gli avversari, di contro, tornano in campo più motivati, fino a portarsi sul +11 del 30’.

Il vantaggio di Varese tocca anche il +17, con i Bufali che però non mollano il colpo: Assi lavora bene in contenimento su Broggini, e viene supportato in questo duro compito da Ciceri; la coppia riesce a tenere a due soli punti il playmaker varesino nei secondi 20’ di gioco, con un ottimo lavoro individuale coadiuvato dalle buone rotazioni difensive di squadra. Eccellenti le prestazioni di Migliori, autore di 20 punti tra cui uno splendido piazzato dalla media, e di Volontè, 29 al 40’, che contribuisce alla causa anche nella metà campo difensiva. Quando rialziamo la testa al tabellone luminoso al 40’, il risultato dice -12; possiamo comunque essere contenti dei miglioramenti visti sul campo, visto il largo passivo dell’andata e il valore assoluto dell’avversario.

Si ritorna in campo sabato 13 aprile sul campo della capolista BBK2014.

Colnaghi 1, Assi 2, Montanari, Bertolotti 2, Volontè 29, Botta, Casati, Pirotta, Sessi 6, Ciceri, Zoppi 7, Gazzola.