giovedì 3 marzo 2016

U15 Ecc :: 7a ritorno

Libertas Cernusco - Robur Varese 60 a 62
Parziali 14-17; 31-31; 49-40; 60-62

Cernusco: Luisari 10, Bassi 2, Bumeliana, Romano, Ferraris 3, Rivetti 8, Franco 11, Cremaschi 8, Degregorio 3, Cazzaniga, Casati 4, Buffo 12. All Cornaghi-Lomuscio-Gandini

Robur Varese: Campanale NE, Garagiola 3, Torrente, Caruso 12, Somaschini 14, Trentini 11, Schieppati, Civelli 4, Calcagni 4, Bessi 10, Dal Ben 3, Dao NE. All Pagani 

Referto giallo per i biancorossi che cedono il passo (60-62) ad una coriacea Robur Varese dopo aver chiuso sul +9 il terzo periodo.
Inizio favorevole agli ospiti che si fanno ben valere nel pitturato con l'efficace Caruso (12p, tutti nei primi 20') e si prendono qualche lunghezza di scarto anche con un paio di rimbalzi offensivi ; Ferraris con il jumper dalla media e Rivetti con un paio di buoni spunti scuotono il collettivo Libertas.
Si prosegue punto su punto ed i varesini mantengono il naso avanti con le giocate del lungo Trentini che valgono il 14-17.
Nella seconda frazione (17-14) è Cernusco a giocare con maggiore fluidità in attacco: arresto tiro di Luisari, penetrazione di Franco (11p) per il vantaggio interno.
La R&F non segna da fuori pero' continua a trovare soluzioni in avvicinamento (in evidenza Calcagni), dall'altra parte i biancorossi trovano punti con un appoggio di Cremaschi (8p) ed una tripla in transizione di uno spuntato Buffo (12p con 2/8 da 3p) che danno gas ai locali.
La squadra di  Cornaghi sembra avere piu' benzina (+4 dopo un canestro di Degregorio) ma concede troppi spazi ai varesini che restano in parità sulla spinta di Trentini (11p).
Totale generale è 31 pari alla pausa lunga.
Partenza forte per Cernusco dopo l'intervallo che nei primi 2' confeziona un ottimo 7-0 griffato dai centri di Cremaschi ed un piazzato del rientrante Casati, autore di 4p in 12' di utilizzo.
Coach Pagani cambia tutto il quintetto e trova iniziative importanti da un ispirato Bessi (10p) ma i Bufali sono particolarmente vivaci su entrambi i lati del parquet e con merito scappano fino al massimo scarto (+11 al 29') con i guizzi di Bassi e Rivetti (8p con un bel 4/7 dal campo).
Nell'ultima azione del quarto un'importante giocata da "2+1" di Somaschini (14p) tiene comunque Varese in singola cifra di scarto: 49-40.
Nei primi possessi dell'ultima frazione la Libertas spreca in maniera sanguinosa tre palloni (in sequenza: tiro forzato, passaggio sbagliato, infrazione di passi) ed i vice-campioni d'Italia pian piano si riportano a contatto (49-45) sfruttando l'inerzia in proprio favore.
Luisari (10p) con una super entrata sembra rilanciare i suoi tuttavia i varesini replicano con gli interessi e tornano a -1 dopo le ficcanti giocate (tripla, penetrazione) di Somaschini.
Si entra cosi in uno strano finale in volata, la Libertas resta comunque ancora davanti (vantaggio interno dal 12' al 39') con due "ciuf" consecutivi di Buffo; i gialloblu' ritrovano la parità ad un minuto dalla sirena con una realizzazione dalla media di Bessi, decisivo nel finale.
Una buona esecuzione in arresto tiro di capitan Franco per il 60-58, capovolgimento di fronte e la Robur sfrutta una disattenzione della Libertas per prendere fallo ed il prezioso 2/2 ai liberi vale il pareggio.
Cernusco regala agli avversari la seguente rimessa (in zona d'attacco)  e quindi pallone-chiave in mano agli ospiti: stavolta grande difesa cernuchese che consente ai varesini di prendere un tiro molto contestato sullo scadere dei 24'' pero' viene fischiato in extremis un fallo e Caruso sorpassa a gioco fermo.
Nei quindici secondi conclusivi Varese ha ancora addiriutta tre falli "da spendere" e li usa con il giusto tempismo costringendo cosi i biancorossi ad un tiro-vittoria da metà campo che si spegne lontano dal ferro...60 a 62 esterno.
Nel bilancio del match pesano, tra le altre cose, anche i dati ai tiri liberi con i locali "fermi" a 6/14 (senza tirarne negli ultimi 10') mentre la R&T chiude con un discreto 17/25 ma soprattutto con molti tentativi dalla lunetta nei minuti-chiave.
Primi due periodi in sostanziale equilibrio poi un ottima terza frazione dei Bufali che sembrava avessero la partita in tasca ma quando è venuta a mancare la fluidità offensiva i Roburini sono stati piu' cinici e vogliosi di vincere, un plauso a loro che sono la prima formazione ad espugnare il parquet di via buonarroti in questa stagione.
Per la Libertas, comunque ancora capolista solitaria, ora una decina di giorni senza impegni ufficiali poi trasferta in casa dell'Olimpia Milano, squadra al secondo posto della classifica.
Forza Bufali!