domenica 7 febbraio 2016

U18 Reg :: 5a giornata Silver


Libertas Cernusco - CSC Basket Cusano 92 a 52
Parziali 20-18; 50-34; 70-41

Cernusco: Stilinovic 13, Cremaschi 4, Gadda 12, Sindilaru 2, Epasto 8, Bigoni 12, Calvi 4, Ragnolini 17, Corradi 16, Motta 4. All.: Arienti-Zenoni

Cusano: Bari 18, Billiani, Di Stefano, Focchi 2, Genovese 2, Giannini 10, Morandi 2, Radi 9, Testi P. 4, Testi M. 5. All.: Italiano

Vittoria netta per i Biancorossi che si impongono su Cusano nel campionato U18 regionale.
Inizio difficoltoso e a rilento per Cernusco che fatica a trovare il ritmo contro un avversario tenace e deciso ad opporsi ai padroni di casa.
Gli avversari approfittano subito della poca reattività della Libertas caricandola subito di falli. Grazie ai canestri del trio Bari-Giannini-Radi Cusano riesce a restare in scia ai ragazzi di Coach Arienti e Zenoni che trovano punti da ben 6 diversi elementi. Il ritmo partita comunque rimane basso nonostante il punteggio del primo quarto si chiuda sul 20-18 per Cernusco.

Dopo il primo intervallo breve i Bufali cambiano registro sia in fase offensiva che difensiva. Per i padroni di casa non c’è un componente che spicchi più di un altro, tutti trovano il fondo della retina e chi ha meno punti tra le mani da un contributo maggiore in difesa siglando un parziale nel secondo quarto di 30-16.
Nel terzo quarto Cernusco chiude definitivamente l’incontro nonostante Radi, miglior realizzatore per Cusano con 18 punti, tenti di trascinare i suoi in un recupero che viene prontamente smorzato da buone azioni difensive che aprivano il campo all’attacco di Cernusco che chiudeva il quarto in vantaggio per 70-41.
L’ultimo periodo non offre molti spunti, le due squadre ormai consce dell’esito finale dell’incontro abbassano la loro concentrazione facendo inevitabilmente crescere il numero delle palle perse. Cernusco rimane comunque in controllo e chiude l’incontro sul punteggio di 92-52.
Prossimo incontro giovedì per l’anticipo della prima di ritorno con Rondinella, per poi concludere l’andata domenica con lo scontro con Azzurri Niguardese degli ex Covini e Ghisalberti.