giovedì 25 febbraio 2016

U14 Elite :: 2a giornata ritorno

Libertas Cernusco - Gorla Cantù 36-65
Parziali (9-14, 19-24, 26-46) (9-14, 10-10, 7-22, 10-19)

Libertas Cernusco: Offredi 4, Ratti 2, Macrì 10, Dallagrassa 4, Volpin, Panzera 6, Naldini 4, Bosso, Picozzi 2, Colombo 4, Casati n.e., Marra. All. Pirri 

Gorla Cantù: Di Cursi 4, Banfi 2, Pozzi 4, Gennari 14, Procida 4, Bellotti 3, Lanzi 15, Arienti 8, Camassa 3, Carcano 3, Di Giuliomaria 5, Longhi. All. Zaccardini 

Brutta battuta d'arresto dei Bufali 2002 contro Cantù che si vendica della sconfitta dell'andata, ribaltando il gioco degli scontri diretti. I Bufali pagano sicuramente l'assenza di Casati, il rientro dopo quasi un mese di stop di Colombo, ancora molto indietro di condizione, e un Macrì febbricitante; con loro in buona forma la partita avrebbe mostrato un divario senz'altro più contenuto. Ma tant'è, non si recrimina e si accetta il verdetto del campo.

La partita dura 20' con le squadre a mettere molta intensità in campo e a chiudere i primi due tempi in sostanziale equilibrio. Il terzo periodo spacca in due il match e genera un solco non più rimarginabile da parte dei Bufali visti quest'oggi. Difesa troppo poco efficace e attacco poco convinto: non si è sostanzialmente mai tirato da fuori o dalla media, tranne rarissime eccezioni.
Nel primo quarto coach Pirri schiera il quintetto composto da Offredi, Macrì, Panzera, Naldini e Picozzi. Parte meglio Cantù che apre le realizzazioni con Lanzi (top scorer di giornata con 15 punti) a cui risponde Macrì con 1/2 ai liberi. Gennari realizza una tripla a cui risponde Colombo, subentrato a Panzera, con un bel canestro in allontanamento dalla media. Un'altra tripla di DiGiuliomaria e un canestro a testa di Lanzi e Gennari portano gli ospiti sul 3-12. Due liberi di Dallagrassa, cui risponde Gennari con altrettanta precisione dalla lunetta, lasciano il divario immutato fino a quando Macrì con due palle rubate si invola a canestro e riduce le distanze sul 9-12.
Dopo 40" dall'inizio secondo quarto Pozzi realizza in bella entrata ma dapprima Macrì in entrata e poi Naldini con ottimo movimento sotto canestro accorciano le distanze a un solo possesso. In un minuto segnano Lanzi e Pozzi (2/2 ai liberi) per Cantù e Naldini e Panzera per la Libertas, mantenendo invariato il gap fra le squadre. Verso fine periodo Arienti e poi Procida (2/2 ai liberi) provano a far prendere il largo agli ospiti ma Macrì a 30" dalla sirena blocca la fuga di Cantù realizzando un buon canestro in penetrazione e facendo chiudere il quarto in equilibrio (10-10).

Al rientro dalla pausa lunga i Bufali sembrano smarrire la strada e così Cantù ne approfitta realizzando parecchi punti in contropiede e a seguito di un'efficace circolazione di palla, che i padroni di casa non riescono ad arginare. E' Lanzi a dare i primi dispiaceri con due contropiedi e una tripla in sequenza e poi ci pensa Gennari con 3 canestri ravvicinati. Arienti, Procida e Di Cursi con un canestro a testa completano lo 0-19 che di fatto caccia i Bufali negli inferi e proietta i bianco blù in paradiso. Panzera ha un sussulto d'orgoglio e blocca il digiuno, seguito da Picozzi (2/2 dalla lunetta); Carcano realizza la tripla del +23 degli ospiti ma prima Macrì (1/2 ai liberi) e poi Panzera sulla sirena, riportano a 20 punti la distanza fra le due compagini.
Il quarto periodo viene vinto ancora da Cantù che con uno 0-6, dilata il vantaggio a +26; Colombo con 2/2 ai liberi prova a reagire ma altri 4 punti degli ospiti portano al 28-56, troppo brutto per essere vero... Dapprima Ratti con una bella giocata aiutato dal tabellone, poi un 2/2 dalla lunetta di Dallagrassa e due entrate di Offredi, l'ultima della quale sulla sirena finale, rispondono alle bocche di fuoco canturine che anche nell'ultimo periodo producono un'ottima circolazione di palla e realizzano con buona continuità.

Prossimo impegno, da affrontare con la massima fiducia e serenità, è la trasferta a Lissone per il recupero della prima giornata di ritorno.

Forza bufali!