lunedì 26 ottobre 2015

U14 Elite :: 2a giornata

Gorla Cantù - Libertas Cernusco 59-71 (15-18, 23-19, 6-17, 15-17)

Cantù: Banfi, Villa, Pozzi 10, Gennari 10, Procida 8, Bellotti, Lanzi 5, Caglio 9, Arienti 5, Carcano 3, Di Giuliomaria 9, Longhi. All. Zaccardini. 

Cernusco: Pedrini, Offredi 2, Ratti 2, Macrì 13, Dallagrassa 12, Volpin 2, Panzera 3, Naldini 5, Bosso, Picozzi 10, Colombo, Casati 22. All. Pirri

Ottima prestazione dei Bufali contro una big del campionato; la partita è sempre molto intensa e vede nel terzo quarto il momento chiave dell'incontro quando la Libertas allunga e tiene sempre a distanza di sicurezza i temibili padroni di casa oggi in casacca bianco azzurra.
Già dal riscaldamento si vede da come sono concentrati che oggi potrebbe essere una buona giornata per i biancorossi.

Ad inizio partita i bufali pagano un po' di tensione, Cantù penetra un paio di volte con decisione e potenza e costringe i nostri al fallo; i primi punti sono di Cantù dalla lunetta.
Le due squadre giocano forte in difesa e gli attacchi fanno fatica a realizzare; dopo i primi 5' siamo 4-9 per i padroni di casa.
La seconda parte del periodo, dopo la fase di studio iniziale, vede maggiori realizzazioni da ambo le parti con i nostri che negli ultimi 2' sorpassano e si portano al +3 proprio sulla sirena.

Il secondo quarto comincia con vivacità da entrambe le parti; una tripla e un canestro ravvicinati di Cantù nei primi 40" sono seguiti da due canestri consecutivi dei bufali che rimettono la testa avanti.
Tutto il periodo vive di sostanziale ed avvincente equilibrio, con due squadre a giocare senza risparmio di energie fisiche e mentali.
Sebbene la Libertas ribatta colpo su colpo a 3" dalla fine del quarto Cantù è a +4 anche grazie a tre triple andate a segno; un canestro da tre degli ospiti fa chiudere i primi 20' sul 38-37 per Cantù.

Al ritorno dall'intervallo lungo chi si aspettava una ripresa veemente di Cantù rimane deluso; la Libertas macina gioco e canestri e dilata vieppiù il vantaggio. I padroni di casa sono aggressivi ma cominciano a dimostrare un po' di nervosismo e a metà tempo viene inflitto un primo tecnico alla panchina avversaria.
I nostri realizzano con continuità e non lasciano spazio in difesa e, a 2' da fine periodo, e grazie a un parziale di 2-17 i bufali si portano sul +14. Negli ultimi due minuti Cantù realizza 4 punti e si riporta a -10 per il 44-54.

Cristian Macrì
Gli ultimi 10' sono condizionati dall'andamento del 3 periodo che ha letteralmente galvanizzato i bufali e mostrato i padroni di casa in difficoltà.
I nostri 'sigillano' l'area e concretizzano le azioni e i canturini, che commettono un antisportivo, raggiungono i 5 falli dopo 4': a metà periodo Cernusco è sul +20, vantaggio che rimane fino a 1'20" dalla fine dell'incontro, nonostante Cantù sia aggressiva a tutto campo.
Vuoi che Cantù giochi ancora più decisa (altro tecnico fischiato ai canturini), vuoi che la Libertas giochi più rilassata, nell'ultimo minuto, sebbene il risultato non sia mai in discussione, i padroni di casa realizzono un 9-1 che, proprio sulla sirena, li porta al -12 finale.

Questo il commento di coach Pirri al termine dell'incontro:
"Ottimo approccio mentale alla partita dei ragazzi, abbiamo risposto colpo su colpo nei primi venti minuti poi la difesa nel terzo quarto ha fatto la differenza.
Mi e' piaciuta la capacita' di ascoltare e provare a correggere in corsa i nostri errori, le rotazioni lente sul perimetro avevano concesso ai padroni di casa tiri aperti piedi a terra; nei secondi venti minuti i nostri aiuti e rotazioni puntuali hanno minato le loro sicurezze dall' arco e aperto il campo al nostro gioco. Inoltre i centimetri nel pitturato hanno catturato valanghe di rimbalzi e fatto cambiare tante traiettorie di tiro. Peccato per quel parziale nell ultimo minuto frutto di rilassatezza mentale. Avanti cosi' ragazzi!!"

Forza bufali!!!